Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 13.00 del 21 Ottobre 2019

Lagaccio, polemica sull'imminente sgombero del centro sociale "Terra di Nessuno": arrivano precisazioni

Lagaccio, polemica sull´imminente sgombero del centro sociale `Terra di Nessuno`: arrivano precisazioni

Centro - «Sullo sgombero imminente del centro sociale "Terra di Nessuno" preciso che il Comune ha in più occasioni cercato di rapportarsi con un rappresentante dell'Associazione per la Promozione degli Spazi Sociali Autogestiti, tuttavia nessuno ha mai fornito alcun riscontro». Queste le parole del Consigliere comunale del Carroccio (delegato agli "Affari Legali") Federico Bertorello, che ieri ha voluto fare il punto della situazione sulla questione posta in essere.

«Sorprende» continua Bertorello «che intervenga oggi la stessa Associazione, con una memoria inviata al Comune al fine di opporsi allo sgombero, in quanto, a fronte dei tentativi più sopra descritti, addirittura perveniva da parte della stessa (a firma dei Signori Luisa Stagi e Luca Queirolo Palmas) disdetta "con effetto immediato" di tutti i contratti in essere con la Civica Amministrazione, tra cui espressamente anche quello di via Bartolomeo Bianco 4, datata 28 ottobre 2014 e motivata dal fatto che in pari data l'Associazione si sarebbe sciolta. Il comportamento di coloro che senza titolo rappresentano di fatto il centro sociale è alquanto contraddittorio e finalizzato solo a restare nell'illegalità omettendo di restituire un immobile che non ha alcun fine sociale e che dovrà pertanto venire riconsegnato all'Amministrazione affinché lo restituisca ai cittadini. Infine, sotto il profilo amministrativo, occorre ancora evidenziare che, essendo la concessione scaduta il 31.12.2016 e non essendo la stessa mai stata rinnovata, come più sopra evidenziato per ragioni addebitabili agli utilizzatori e non certo alla Civica Amministrazione, non vi era e non vi è nessuna necessità di provvedere ad alcuna revoca, come ritenuto nella predetta memoria dai sedicenti responsabili del centro sociale. Lo sgombero di tale immobile è propedeutico per fare partire tutte le progettualità comunali su quell'area, non solo l'Isola del Riciclo progettata da Amiu, ma anche la valletta dello sport e l'area giochi inclusivi di via Bartolomeo Bianco. Area che attualmente versa in uno stato di abbandono e degrado con la presenza di rifiuti ingombranti lungo i tratti viari che mal si conciliano con la presenza degli impianti sportivi ivi insistenti. Inoltre, come detto, la valorizzazione del quartiere "Lagaccio" è stata discussa in consiglio comunale, prevedendo, tra le altre, la creazione di un'area giochi inclusivi nell'area verde sita in via Bartolomeo Bianco».

Mercoledì 18 settembre 2019 alle 17:30:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News