Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 07.30 del 18 Agosto 2019

Telecamere ai semafori: un mese di sperimentazione senza multe, poi si cambia registro

Automobilisti all'erta
Telecamere ai semafori: un mese di sperimentazione senza multe, poi si cambia registro

Genova - Come già annunciato, a breve anche Genova verrà dotata di semafori intelligenti, dotati di telecamere per il controllo di eventuali trasgressioni alla guida. Nello specifico, le telecamere dovrebbero essere installate in prima istanza in tre degli incroci più pericolosi della città: quello tra corso Europa, via Timavo e via Isonzo (a Sturla), quello tra via Invrea e corso Torino (a Brignole) e quello tra via Tolemaide e corso Torino (a Brignole).

La questione - Questa installazione risulta supportata dalla Legge 120/2010, al cui interno viene anche prevista la non contestazione immediata laddove l'accertamento in questione avvenga tramite dispositivi di rilevamento immediato. Molti Comuni in cui tali apparecchiature sono già state installate, però, sono sorte non poche contestazioni, e questo perché anzitutto viene richiesto un doveroso distinguo tra chi si trovasse a superare la linea continua di "Stop" solo di pochi centimetri e chi, invece, la oltrepassasse diversi metri, così come di tenere in conto le diverse casistiche che potrebbero verificarsi, prime fra tutte quelle relative al transito di mezzi di soccorso.
Quest'oggi in sede di Consiglio comunale il Consigliere di Vince Genova Carmelo Cassibba ha voluto portare queste precisazioni agli occhi della giunta, chiedendo altresì delucidazioni in merito ai tempi di installazione di queste apparecchiature, al fatto se siano in grado di rilevare anche eventuali casi particolari e all'eventualità che le telecamere in questione possano essere poste davanti o dietro linea di "Stop" nel caso in cui dovessero essere rilevate anche le infrazioni da parte di motociclisti. Una proposta ulteriore portata dal Consigliere, inoltre, riguarda anche la possibilità per il Comune di dotarsi anche dei cosiddetti "semafori countdown", vale a dire quelli che consentono di mostrare il tempo mancante prima dell'accensione del semaforo.

La sperimentazione - «I lettori di passaggi col rosso saranno installati nei tre incroci sopracitati, come già preannunciato dai giornali» spiega l'Assessore alla Sicurezza del Comune di Genova Stefano Garassino, che precisa come in realtà in corso Europa queste apparecchiature siano già presenti: «Sull'incrocio corso Europa - via Timavo - via Isonzo i semafori intelligenti sono già stati installati, ma per ora stiamo aspettando la loro attivazione e il conseguente collegamento con i sistemi centrali della Polizia locale». Per quel che concerne quello che dovrebbe essere installato tra via Invrea e corso Torino, inoltre, l'Assessore fa sapere che i lavori di installazione dovrebbero partire la prossima settimana, mentre per quello tra via Tolemaide e corso Torino bisognerà aspettare: «Prima di iniziare i lavori» spiega infatti Garassino «dovremo attendere l'autorizzazione delle Ferrovie, perché l'installazione in questo caso dovrà interessare anche un muraglione della stazione».
Questi sistemi saranno gestiti a livello contravvenzionale dagli agenti della Polizia locale, i quali saranno incaricati di controllare i vari casi che potrebbero verificarsi: tutto questo servirà per distinguere le diverse infrazioni e le condizioni specifiche in cui dovessero avvenire. «Nel momento in cui questi semafori saranno attivi» conclude l'Assessore «saranno comunque sottoposti a un periodo di prova, durante il quale terremo una "maglia larga" con i controlli. In questo periodo, infatti, non verrà fatto nessun discorso sanzionatorio, poiché la sperimentazione servirà piuttosto per verificare le diverse casistiche ed escludere eventuali problematiche legate all'attuazione del sistema». Questo check durerà circa un mese di check, e avrà come fine ultimo quello di «evitare casi dubbi o comunque contestabili».

Martedì 21 maggio 2019 alle 15:00:04
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News