Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 18.00 del 16 Novembre 2019

"Design Week Genova", 60 realtà storiche, 51 punti espositivi e 16 palazzi storici

Fino a lunedì 27 maggio le eccellenze locali del design si uniscono per portare l’avanguardia delle maison nazionali e internazionali nel cuore della Genova antica.

design
`Design Week Genova`, 60 realtà storiche, 51 punti espositivi e 16 palazzi storici

Genova - La storia che incontra la modernità, il patrimonio di antichi palazzi che si fonde con la visione del futuro. Giovedì 23 maggio si alza ufficialmente il sipario sulla Design Week Genova: fino a lunedì 27 maggio le eccellenze locali del design si uniscono per portare l’avanguardia delle maison nazionali e internazionali nel Centro Storico della Superba, con piazza dei Giustiniani come fulcro della manifestazione. Un programma ampio e variegato, che coinvolge sessanta tra designer e aziende, che espongono i propri oggetti di design in più di cinquanta location (di cui 16 atri di palazzi storici, 13 del circuito dei Rolli). Previsto inoltre un calendario di 46 eventi collaterali, tra mostre, concerti, incontri e conferenze. La Design Week Genova è realizzata dall’associazione DiDe – Distretto del Design Genova col patrocinio di Regione Liguria, Comune di Genova, Municipio 1 Centro-Est, Camera di Commercio di Genova e Confcommercio. La Design Week Genova si avvale anche della convinta collaborazione dell’Ordine e della Fondazione degli Architetti e del Dipartimento di Architettura e Design dell’Università di Genova.

In scena dal 23 al 27 maggio, la Design Week Genova nasce dal sogno di far riscoprire una parte poco nota della “città vecchia”, riscoprendone le radici nel segno dell’avanguardia. «Dopo le prove generali di novembre è con profonda soddisfazione – racconta Elisabetta Rossetti, presidente del Distretto del Design – che annunciamo la nascita della prima Design Week Genova che, per cinque giorni all'anno, colora la parte più antica del Centro Storico della Superba con esposizioni, eventi e aperture straordinarie». Dal taglio del nastro di giovedì 23 maggio (ore 11.30, piazza San Lorenzo) fino al 27 maggio, le eccellenze locali del design mettono insieme le forze per portare nel cuore della Genova antica oggetti di giovani designer e delle maison nazionali e internazionali. «Le 60 realtà coinvolte possono esporre le proprie creazioni nelle 51 location della Design Week, che si dividono tra atri di palazzi storici, piazze, attività commerciali aperte e chiuse». Dei 51 punti espositivi, 16 sono atri di palazzi storici (di cui 13 nel circuito dei Rolli), 4 piazze, 27 realtà commerciali attive e 4 realtà commerciali chiuse. «Commercio e artigianato – aggiunge Maurizio Caviglia, segretario generale della Camera di Commercio di Genova – hanno dato in passato un contributo determinante per rigenerare parti importanti del centro storico di Genova. Con il sostegno a questa nuova iniziativa, la Camera di Commercio scommette sulla contaminazione fra arte, moda e design per rilanciare una porzione preziosa della città antica, poco conosciuta ai turisti e spesso, purtroppo, anche ai genovesi. Puntando i riflettori su una zona circoscritta ci auguriamo di innescare un circolo virtuoso che porti bellezza, accoglienza, cura e qualità in zone sempre più ampie del nostro centro storico».

Piazza Giustiniani, via di San Bernardo, piazza delle Erbe, via San Lorenzo, via di Canneto il Lungo: in molti fulcri del centro cittadino il Civ Genovino e il Distretto del Design hanno inoltre installato bandierine e "bolle" rosse, blu e gialle, che disegnano tre percorsi alla scoperta della Genova antica, tra storia e design. «Come Assessorato ho voluto fortemente appoggiare e sostenere – aggiunge Paola Bordilli, assessore al Commercio, Turismo e Artigianato del Comune di Genova –questo progetto importante non solo per il centro storico ma per l’intera città. Una esposizione diffusa atta a valorizzare il passato e il futuro che si snoda attraverso via dei Giustiniani in una logica di distretto commerciale cittadino su cui come Amministrazione lavoriamo e lavoreremo diffusamente. Stiamo lavorando per la riqualificazione di tutto il centro storico e, iniziative come questa, sono un tassello e componente fondamentale nella azione comunale che si fondano su quel rapporto e collaborazione pubblico/privato su cui l'attuale giunta punta moltissimo, in una logica di condivisione e partecipazione attiva del territorio». Inoltre, è stato realizzato un ampio calendario di eventi collaterali, che comprende 46 iniziative tra conferenze, incontri, mostre, live painting, concerti, show cooking e passeggiate alla scoperta delle meraviglie del Distretto del Design. «La zona di piazza Giustiniani – conclude Elisabetta Rossetti – ha una storia di creatività incantevole e, purtroppo, quasi dimenticata: fino al secolo scorso era proprio l’area di falegnami e mobilieri. Design Week Genova vuole tramandare e innovare questa tradizione, cercando di coinvolgere sempre più realtà possibili».

«Un altro grande evento che arriva a Genova e che unisce la modernità del design alla storia della città. Un bell’incontro tra gli ideatori di oggi, nazionali e regionali, con la forza dell’arte del nostro passato - dichiara Ilaria Cavo, assessore alla Cultura di Regione Liguria - Una manifestazione in grado di animare il centro storico e le attività commerciali anche con eventi collaterali. Un grazie agli organizzatori che hanno puntato su Genova, sul suo centro storico, cuore pulsante della città, e sulle sue bellezze artistiche per renderla sempre più internazionale». «Il Distretto del Design, che aggrega aziende del settore, arte e moda con altre realtà, è un esempio di cultura del progetto tesa alla riqualificazione di una parte del centro storico, attraverso l’offerta di servizi di eccellenza – commenta Barbara Grosso, assessore al marketing territoriale, politiche culturali e politiche per i giovani - Una lodevole iniziativa in risposta all’incuria e al degrado, ai quali vengono contrapposti la bellezza e la cura del dettaglio per alzare l’asticella della cultura del “saper fare”».

«Sono onorato che la nostra associazione insieme all’associazione DiDe, al Gruppo Giovani Confcommercio, al Civ Genovino e ad altri partner dia vita a un evento così importante per la città come la Design Week Genova, che si svolge nel Centro Storico della città - aggiunge Paolo Odone, presidente Confcommercio Genova - “Guarda, riscopri, innamorati”, questo lo slogan per dare l’idea di quello che rappresenta la Design Week e cioè la possibilità per genovesi e turisti di partecipare a un evento dove il patrimonio di antichi e meravigliosi palazzi si incontra con la visione del futuro. Maison nazionali e internazionali, insieme a giovani designer, potranno esporre le loro proposte negli atri dei palazzi storici, creando una sorta di magica sensazione: vedere opere belle in palazzi antichi in una zona bellissima di Genova e quindi “Guarda, riscopri e innamorati” è quello che ci auguriamo possa accadere ai tantissimi visitatori di questo prestigioso evento».

Andrea Carratù, Presidente Municipio I Centro Est: «La Design Week Genova è una grande opportunità per restituire al nostro prezioso Centro Storico la legittima attenzione da parte di tutti. Saranno portate alla luce le più significative bellezze architettoniche e culturali della città attraverso il lavoro e la maestria di commercianti, imprese, artigiani, professionisti, Istituzioni, studenti volenterosi e singoli cittadini. II Consiglio municipale ha sempre dimostrato molta sensibilità verso le problematiche del Centro Storico, lavorando in maniera assidua e paziente per contrastare i diversi fenomeni che lo hanno portato ad un consistente decadimento. Poter essere attivi in questa importante iniziativa ci incoraggia fortemente a proseguire nella difficile riqualificazione cittadina e ringrazio di cuore tutti coloro che hanno contribuito e contribuiranno a liberare dal degrado urbano e sociale un territorio messo in ombra e a dura prova per troppi anni».

Daniele Pallavicini, presidente giovani Confcommercio: «La città non dice il suo passato, lo contiene come le linee d iuna mano, scritto negli spigoli delle vie, nelle griglie delle finestre. Dalle parole di Italo Calvino il Gruppo Giovani Confcommercio ha trovato i valori e gli stimoli per credere e sostenere un progetto ambizioso: rilanciare il centro storico integrando la storia, la cultura e il Design spingendo verso rigenerazione urbana e rilancio turistico».

Martedì 21 maggio 2019 alle 14:45:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News