Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 13.00 del 21 Ottobre 2019

Ex Morandi, domani il punto a Roma: Bucci e Toti incontreranno Conte, Di Maio e Salvini

L'incontro
Ex Morandi, domani il punto a Roma: Bucci e Toti incontreranno Conte, Di Maio e Salvini

Genova - Avrà luogo domani a Roma l’incontro tra il Sindaco di Genova e Commissario per la ricostruzione Marco Bucci, il Governatore della Liguria e Commissario straordinario per l’emergenza Giovanni Toti e il Premier Giuseppe Conte e i Vicepremier Matteo Salvini e Luigi Di Maio per fare il punto sulla ormai terminata demolizione dell’ex Morandi e la ricostruzione del nuovo viadotto sul Polcevera.

L’incontro - «Domani verrà fatto il punto situazione» spiega l’Assessore al Bilancio del Comune di Genova Pietro Piciocchi, che ricorda di aver lasciato detto al Sindaco-Commissario numerosi punti che ad oggi risulta doveroso approfondire, prima fra tutte la questione relativa allo smaltimento detriti. «Le iniziative a supporto commercianti stanno andando avanti, ma questa mattina ho consegnato a Bucci tutte le richieste per Conte» continua Piciocchi: «La richiesta più forte è quella relativa all’istituzione di un’unità di crisi che supporti i parenti delle vittime sul lungo periodo, a cui si associa anche la costituzione di un un fondo di garanzia a loro favore, attraverso il quale il Governo possa anticipare i risarcimenti prima che la condanna dei colpevoli divenga effettiva: in questo modo i parenti potranno anche costituirsi parte civile.
«Domani facciamo il punto» continua Toti, convinto che questo sia «il modo migliore per fare un primo rendiconto di quello che è stato fatto a Genova in un anno e per chiarire cosa resta da mettere a punto. A Roma, poi, vedremo anche come migliorare Decreto, purtroppo fatto un po’ di fretta e ancora da risistemare: proprio in quest’ottica, è chiaro che l’emergenza andrà prolungata fino a ricostruzione ultimata, se non addirittura oltre». Le proroghe, comunque, sono già state chieste, ma in una situazione come questa «sarebbero andate in automatico anche senza l’incontro con Conte» conclude Toti: «Domani andiamo a discutere come usare in modo utile la nuova emergenza, quella che prorogheremo, in prima istanza per quel che concerne i risarcimenti a imprese e la zona franca urbana. Si tratta in ogni caso di cose che possiamo comunque permetterci, ma che chiaramente vanno normate».

Lunedì 29 luglio 2019 alle 16:00:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News