Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 16.30 del 15 Ottobre 2019

Rilancio del Campasso, uno spazio polivalente nell’ex area ferrovie: la proposta della Lista Crivello

Rilancio del Campasso, uno spazio polivalente nell’ex area ferrovie: la proposta della Lista Crivello

Genova - «Mancano poche ore alla cerimonia che ricorderà il 14 agosto 2018. Un dramma che ha colpito duramente una comunità: le vittime, gli sfollati, danni economici e sociali per moltissime donne e uomini. In questo anno si sono compiute azioni ed impegni encomiabili da parte di tutti, con atti di solidarietà enormi, con azioni tese anche a voler ridare l’avvio ad una nuova vita in un quartiere fortemente ferito, tuttavia sappiamo che la situazione è ancora difficile, sono molte le attività in difficoltà, alcune costrette a chiudere»: questo quanto scrive in una nota stampa la Lista Crivello.

La proposta - «Siamo dinnanzi ad un tessuto economico depresso che ha subito un ulteriore contraccolpo oltre alla nota crisi nazionale. L’attenzione quindi su questa area va ulteriormente incrementata, incoraggiando e sollecitando nuove sinergie e progetti coordinati dai vari livelli istituzionali. Parliamo di un territorio con quasi 20 mila abitanti, una realtà che si dovrà fare carico di infrastrutture utili a tutto il Paese, una ragione in più per ripensare alla valorizzazione di aree strategiche oggi inutilizzate che potrebbero prevedere condizioni di un riuso pressoché immediato ma legato inevitabilmente ad una fondamentale e necessaria volontà politica! Campasso-Certosa-Rivarolo, sono state per anni il perno della mobilità delle merci portuali per ferrovia e dell’efficienza dello scalo. Un’area della storica Officina/Rimessa, dismessa nel 2016, che da Passo Torbella, corre parallelamente a Via Jori, sino all'altezza di Piazza Petrella, per una superficie di circa 30.000mq. Una realtà con grandi potenzialità in cui attrarre investimenti e nuove opportunità pubbliche e private.
Un’idea per risarcire ma anche per valorizzare una comunità, purché si proceda velocemente, con coraggio e senso di responsabilità. Gli strumenti e le risorse sono nel "Decreto Genova" e, con esse, la potenzialità di acquisto dell'area da parte del Comune per metterla a disposizione dei soggetti interessati. Perché non ispirarci ad esperienze già avviate? Ricordiamo tutti le risorse pubbliche già individuate per il percorso del progetto di Renzo Piano alla Foce, prima con il “Patto per Genova”, poi con il “Decreto Genova” e l’utilizzo dello stesso da parte dell’Autorità Portuale per rilanciare l’impegno, con 10 milioni, il bando per i Silos Granari. Il Comune e la Struttura Commissariale potrebbero intervenire anche per Certosa e Rivarolo con gli stessi strumenti, per dare vita ad un enorme spazio polivalente e policentrico in grado di ospitare realtà commerciali, piccola e media impresa, associazioni sportive che possano contribuire alla ricostruzione di nuove aree fruibili dalla cittadinanza. Grazie alle sue dimensioni, sarebbe possibile rimodulare una centralità portuale, con attività delle infrastrutture digitali e di servizio, per merci in arrivo e in partenza. Un’altra opportunità potrebbe essere rappresentata dalla sede dell’Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie ed Infrastrutture stradali e autostradali istituite dallo stesso Decreto Genova attivabile dall’1/1/2019. Un’articolazione territoriale riconosciuta alla nostra città che potrebbe insediarsi nel fabbricato ex Uffici e Servizi della già citata “Officina di Rivarolo”, tutti spazi che velocemente attrezzati garantirebbero percorsi di trasferimento e di nuove assunzioni specialistiche, con un organico di oltre 120 persone. L’invito che formalizziamo è quello di avviare un confronto ad ogni livello nazionale e locale che coinvolga la Struttura Commissariale, il Municipio e le forze attive del territorio, valutando proposte concrete, con un unico obiettivo: ripartire con la ripresa economica e sociale di una parte importante della città».

Sabato 10 agosto 2019 alle 12:30:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News