Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 22.00 del 24 Giugno 2019

Sì del Consiglio Federale alla riforma dei campionati

Sì del Consiglio Federale alla riforma dei campionati

Genova - Il Consiglio Federale dà il via alla tanto attesa riforma dei campionati professionistici, attraverso la modifica degli art.49 e 50 delle NOIF con il quale dalla stagione 2019-2020 si fissa il numero minimo delle squadre partecipanti ai campionati di Serie A, B e C in 18, 18 e 40 e con una norma transitoria che per la prossima stagione prevede che il campionato di serie B sia articolato in un girone unico da 20 squadre, con una 5a promozione dal campionato di Lega Pro rispetto alle 4 già previste.

“E’ stato un Consiglio ricco di decisioni epocali – ha commentato il Presidente federale Gabriele Gravina al termine dei lavori - a cominciare dalla modifica degli art. 49 e 50 di cui, con un pizzico di orgoglio, mi prendo merito in via assoluta ed esclusiva perché è un obiettivo storico ed è un premio alla mia tenacia. Era un obiettivo rincorso da anni: dopo gli strappi e le tensioni dell’estate scorsa, il Consiglio federale a maggioranza qualificata ha avuto la possibilità di avviare la riforma dei campionati, sancendo un principio che avevo indicato nella mia piattaforma programmatica: la golden share che assicura a ogni Lega la responsabilità politica di autodeterminare, in accordo con le altre Leghe interessate, il proprio format”.

In base al testo approvato in Consiglio Federale, ciascuna Lega potrà deliberare, dandone comunicazione alla Figc entro il 31 dicembre di ciascun anno, il numero di squadre partecipanti al proprio campionato e la relativa modifica entra in vigore a decorrere dalla stagione successiva a quella della sua adozione. Affinché la delibera della Lega possa avere efficacia è necessario che venga poi ratificata con delibera del Consiglio Federale d'intesa con le altre leghe interessate, esclusivamente laddove la modifica dell’ordinamento del Campionato abbia conseguenze sui meccanismi di retrocessione e promozione.

In caso di vacanza di organico nei campionati professionistici rispetto al numero che ogni lega ha individuato all'esito delle procedure di rilascio delle Licenze Nazionali, per revoca o decadenza dalla affiliazione o per mancanza di requisiti per la partecipazione al campionato, gli organici si integreranno esclusivamente attraverso la riammissione delle migliori classificate tra le società retrocesse della stessa lega. La presente disposizione non si applica tra la Lega nazionale Professionisti Serie C e la Lega Nazionale Dilettanti.

Solo nel caso in cui non vi sia un numero di squadre da riammettere sufficiente a colmare le vacanze di organico, si procederà attraverso la procedura di ripescaggio secondo i criteri deliberati dal Consiglio Federale.

Come detto, per la stagione 2019/20 la Norma transitoria approvata prevede che il campionato di serie B è articolato in un girone unico a 20 squadre, con la promozione dal campionato di Lega Pro di una quinta società. Laddove, l’organico del campionato di serie B per la stagione sportiva 2019/2020 dovesse risultare inferiore a 20 squadre, l'integrazione dell’organico verrà effettuata attraverso la riammissione delle migliori classificate delle società retrocesse dalla serie B nella stagione 2018/2019. Il Consiglio, infine, ha approvato la modifica dell’art. 50 delle Noif stabilendo che i cambiamenti di format e di loro collegamenti entra in vigore a partire dalla stagione successive e non più dalla seconda stagione successiva.

Giovedì 31 gennaio 2019 alle 12:30:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News