Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 22.00 del 24 Giugno 2019

Estetica oncologica, Muzio chiede un Registro Regionale dei dermopigmentisti

Estetica oncologica, Muzio chiede un Registro Regionale dei dermopigmentisti

Liguria - Istituire un registro regionale dei soggetti abilitati ad eseguire interventi di trucco semipermanente, e in special modo di dermopigmentazione, in particolare sulle persone che a seguito di trattamenti chemioterapici sono colpite dalla perdita dei capelli e delle sopracciglia. E’ quanto chiede Claudio Muzio, consigliere regionale di Forza Italia e segretario dell’Ufficio di Presidenza dell’Assemblea legislativa della Liguria, che su questo tema ha depositato stamani una mozione, sottoscritta anche dal capogruppo Angelo Vaccarezza.

“Mi sono fatto promotore di questa iniziativa – spiega Muzio – perché ritengo di fondamentale importanza che le persone colpite da alopecia o che in seguito alla chemioterapia ricorrono a trattamenti di dermopigmentazione possano fare riferimento in maniera certa a professionisti che siano in possesso di tutte le qualifiche, le competenze ed i requisiti necessari”.

“Ricordo – prosegue il consigliere regionale di Forza Italia - che le tecniche di trucco semipermanente, in cui ricade anche la dermopigmentazione, ‘sono cosa diversa dal tatuaggio, anche per quanto attiene alla strumentazione ed ai prodotti utilizzati’, come ha ben chiarito il Ministero dello Sviluppo Economico con un Parere del 20 gennaio 2007. Ciò è confermato dal fatto che l’attestato necessario per poter esercitare l’attività di dermopigmentazione può essere conseguito da coloro che sono in possesso della qualifica professionale di estetista e della certificazione attestante la formazione in ordine all’apparecchiatura e ai protocolli igienico-sanitari”.

“Poiché negli ultimi anni – sottolinea ancora Muzio - è cresciuto in maniera costante il numero di questi interventi, e visto che essi possono rappresentare, per coloro che vi ricorrono a seguito di chemioterapia, un importante supporto sia dal punto di vista estetico che psicologico, è importante che vi sia chiarezza sui soggetti abilitati a realizzarli, tanto più che le persone che vi si sottopongono dopo i trattamenti chemioterapici sono più esposte ad infezioni ed epatiti”.

“Chiedo perciò – conclude – che venga istituito un Registro Regionale. Esso, pur avendo fini meramente ricognitori, potrà costituire un punto di riferimento importante e un utile strumento per tutelare dal punto di vista degli standard professionali, tecnici, igienico-sanitari ed estetici sia le persone che ricorrono a trattamenti di dermopigmentazione sia gli operatori in possesso dei requisiti per eseguire tali interventi”.

Giovedì 16 maggio 2019 alle 10:40:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News