Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 22.00 del 24 Giugno 2019

Champions League, la Pro Recco batte anche Brescia

Champions League, la Pro Recco batte anche Brescia

Liguria - È una Pro Recco perfetta quella che doppia il Brescia nel penultimo turno di Champions League: 12-6 il finale nel catino di Sori.

Avvio bruciante della squadra di Rudic che vola sul 3-0 in meno di quattro minuti. Apre Ivovic in superiorità al termine di un triangolo con Di Fulvio e Dobud; il capitano raddoppia, sempre con l'uomo in più, con un tocco sotto porta, poi i biancocelesti fanno tris con il mancino di Filipovic sopra la testa di Del Lungo. Bovo chiama time out ma il Brescia non fa paura a Bijac e va sotto di tre reti al suono della sirena.

La Pro Recco cala il poker con Dobud, in superiorità, quando sono trascorsi 80 secondi dal via del secondo quarto. Serve un altro minuto per sbloccare i lombardi: ci pensa Christian Presciutti, ma la squadra di Rudic non accusa il colpo e si porta sul +5 con Molina e Kayes in superiorità. Uomo in più che sfrutta anche la squadra di Bovo, a segno con Muslim e Christian Presciutti per il 6-3 che accompagna le formazioni al cambio campo tra gli applausi dei mille della Comunale di Sori.

Distanza che rimane immutata nei successivi otto minuti: la Pro Recco torna sul +5 con Di Fulvio da posizione 4, e il secondo gol di Filipovic, in superiorità. Break del Brescia con la controfuga di Christian Presciutti, l'alzo e tiro di Muslim e il tiro di Bertoli che rimbalza sull'acqua e beffa Bijac. Ci pensa allora Di Fulvio, a cinque secondi dalla sirena, a inchiodare il match sul 9-6.

C'è solo la Pro Recco nell'ultimo tempo: Kayes prende l'ascensore sull'assistenza di Di Fulvio con Christian Presciutti nel pozzetto, Filipovic da 8 metri la piazza dove Del lungo può solo guardare e mette in frigo il match; Bijac è in versione Spiderman, respinge ogni assalto dei granatieri lombardi e così nel finale c'è gloria anche per Mandic che su rigore fissa il punteggio sul 12-6.

"Avevo detto ai ragazzi che questa sarebbe stata una gara difficile, anche sotto il profilo mentale - commenta mister Rudic -. Per molte squadre la sfida contro di noi rappresenta quella che vale una stagione. Siamo partiti bene, poi abbiamo avuto un calo nel secondo tempo. Dopo siamo tornati a crescere e condotto il match in porto. Vittoria meritata anche se abbiamo sbagliato qualcosa in fase realizzativa".

Giovedì 25 aprile 2019 alle 09:30:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News