Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 13.30 del 17 Settembre 2019

Final Six, da domani il via a Trieste

Final Six, da domani il via a Trieste

Liguria - A Trieste, sessant'anni fa, la Pro Recco vinceva il suo primo Scudetto con un'impresa epica che aprì il lungo percorso di trionfi. È l'epilogo che i ragazzi di Rudic, in partenza per la città giuliana, sperano di ripetere: da domani, infatti, prende il via la Final Six, atto conclusivo dell'edizione numero 100 del campionato. I biancocelesti, campioni d'Italia da 13 anni consecutivi, entreranno in scena venerdì, in semifinale, contro la vincente di Sport Management - Roma.

Il percorso verso il titolo si preannuncia più complicato del solito, "ma per noi non cambia nulla - ammette capitan Ivovic - facciamo un passo alla volta e pensiamo, intanto, alla probabile gara con la Sport Management. Meritano il massimo rispetto per quanto dimostrato in Champions League, hanno messo in crisi grandi squadre e anche noi, nella sfida casalinga di campionato, abbiamo faticato parecchio per prenderci i tre punti. La loro zona a 'M' può metterti in crisi se non la affronti nel modo giusto. Solo da venerdì sera cominceremo a ragionare sull'eventuale finale con il Brescia, una squadra altrettanto temibile che in estate si è rinforzata e ha Figlioli come arma in più".

Loro i favoriti in virtù del primo posto in regular season? "Il piazzamento in campionato non conta niente - risponde Ivovic - assumiamoci le responsabilità, non nascondiamoci: quest'anno abbiamo vinto tutte le partite tranne una e i detentori del titolo siamo noi. Sarà difficile, lo sappiamo, il campionato italiano è di alto livello, basti pensare che siamo l'unico paese a portare tre squadre alle finali di Champions League".

Parole da condottiero, idee chiare e spirito battagliero che 'Leka' dovrà trasmettere anche a quei compagni che si approcciano alla prima finale Scudetto della loro carriera: "Gli dirò di giocare con semplicità, di non voler strafare, questa è la cosa più importante. Siamo consapevoli che vincere il Tricolore vale tantissimo, per noi e per il club. E poi - conclude il numero undici - ad Hannover vogliamo arrivarci, ancora, da campioni d'Italia".

Mercoledì 22 maggio 2019 alle 11:30:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News