Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 16.00 del 22 Settembre 2019

Multe poco chiare, oltre alla sanzione si rischia la perdita di punti sulla patente

Il problema è stato posto all'attenzione del consiglio comunale durante la seduta odierna

Il problema
Multe poco chiare, oltre alla sanzione si rischia la perdita di punti sulla patente

Ponente - Molti utenti genovesi hanno a più riprese lamentato il fatto che - nel momento in cui siano incorsi in infrazioni del codice della strada - le multe loro recapitate facciano riferimento a un articolo non sufficientemente chiaro. Al suo interno, infatti, si legge testualmente: «Ai sensi dell'Art.126 del codice della strada, il proprietario del veicolo o l'obbligato in solido deve comunicare - entro e non oltre 60 giorni dalla notifica del presente verbale - le generalità e i dati della patente di guida del responsabile della violazione. Non ottemperando a tale obbligo, sarà applicata a suo carico la sanzione prevista dall'Art.126 comma 2 del codice della strada».

Il problema - Tutto questo implica che - nel momento in cui chi ricevesse la multa non dovesse far pervenire la documentazione adeguata entro i termini - oltre alla sanzione pecuniaria potrebbe incorrere anche nella possibile riduzione dei punti della propria patente. Per queste ragioni, in sede di consiglio comunale viene chiesto all'assessore alla Sicurezza Stefano Garassino di trovare un modo per rendere più chiara la lettura di questo articolo all'interno dei documenti pervenuti a corredo della contravvenzione.
In questo frangente, l'assessore - previo consultazione con il comandante della polizia municipale Gianluca Giurato - ha provveduto a notificare come le indicazioni relative agli obblighi di cui sopra al momento risultino riportati in grassetto, contrariamente al resto del testo delle sanzioni che, invece, presenta un carattere normale. «Il comando di Genova comunque» ha poi concluso Garassino: «prenderà in esame il caso e deciderà se apportare modifiche a tali documenti». Nel caso in cui ciò dovesse verificarsi, le eventuali modifiche verranno messe in atto da giugno in poi.

Martedì 26 marzo 2019 alle 15:15:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News