Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 18.00 del 16 Novembre 2019

Degrado e incuria incombono su Villa Imperiale, ma gli interventi sembrano inefficaci: come fare?

Lavori in corso?
Degrado e incuria incombono su Villa Imperiale, ma gli interventi sembrano inefficaci: come fare?

Val Bisagno - Villa Imperiale versa in condizioni di degrado senza precedenti. Nonostante gli studenti dell'Istituto agrario Bernardo Marsano abbiano provveduto alla manutenzione e alla sistemazione (per quanto nelle loro possibilità) dell'area, agendo sulla potatura degli alberi - che ormai da tempo avevano iniziato a ricoprivare le panchine - e dando vita alle operazioni di pulizia delle aiuole presenti all'accesso della struttura (sede della biblioteca cittadina Lercari), i risultati non sono purtroppo stati quelli sperati. Ieri dunque - in sede di Consiglio comunale - il Consigliere delegato Mario Baroni ha sottoposto la questione alla giunta, per comprendere se sia stato previsto un progetto di intervento che aiuti la riqualificazione del bene in questione, «fondamentale per la Valbisagno e per tutta la città». Allo stesso modo, però, la richiesta risulta bipartita: il Consigliere, infatti, ha altresì chiesto se - visti gli effettivi risultati - questo genere di interventi convenzionati con le scuole possano essere effettivamente utili per i ragazzi o se sia necessario rivederne in qualche modo le modalità.

La risposta - «Villa Imperiale è una struttura fondamentale per il territorio, nonché molto bella, questo è indubbio» spiega l'Assessore comunale ai Lavori pubblici Paolo Fanghella: «Proprio per questo, la struttura è rientrata nella Fase B di quella serie di lavori sui parchi cittadini - la cui Fase A è stata già completata - che necessitano di manutenzione». «Quello che era stato paventato inizialmente, vale a dire che questa serie di lavori avrebbe comportato una struttura in grado di intervenire solo su alcuni parchi e non su altri» continua Fanghella, «non è corretta». La prima trance, infatti, risulta ora completata, mentre la seconda - contrariamente a quanto previsto - è appena iniziata: «Proprio su Villa Imperiale gli interventi di riqualificazione sono già iniziati» continua l'assessore, «soprattutto tenendo conto che - visto lo stato di abbandono e deperimento della struttura e in virtù della disponibilità data dall'Isitituto Marsano, che ha firmato una convenzione col Comune per svolgere un'attività di collaborazione che andrà avanti fino alla fine di questo anno scolastico e ricomincerà a settembre con l'inizio di quello nuovo - gli studenti impegnati nelle attività in questione sono ragazzi molto preparati e volenterosi, che possono dare un valore aggiunto al contesto, come abbiamo già avuto modo di constatare sia con Euroflora che in altre occasioni». Insieme al Marsano, inoltre, anche Aster ha avviato un intervento straordinario sulla Villa, con una prima fase di «riordino vegetazionale, consistente sostanzialmente nella potatura delle siepi, nell'eliminazione delle piante infestanti e nella pulizia dei percorsi» in aree limitrofe a quelle in cui agiscono gli studenti. L'Ufficio verde pubblico del Comune, inoltre, ha messo a disposizione dei ragazzi del Marsano alcuni mezzi manuali, ma il problema in questo caso è che «queste operazioni» spiega Fanghella, «rientrano in quella che è l'attività didattica della scuola, cosa che obbliga l'Istiuto a fornire personalmente il materiale agli studenti».
L'attività didattica, dunque, è questione interna alla scuola, mentre la convenzione permette una collaborazione proficua tra i due enti: «Mettendo in condivisione le maestranze preparate ed esterne di Aster» conclude l'assessore, «il Comune permette dunque alle operazioni di assumere un valore didattico ancor più importante anche per i ragazzi», nonostante spesso le strumentazioni messe loro a disposizione possano non sembrare del tutto "adeguate". «Vedere e praticare in maniera diretta la professione, infatti, è fondamentale in un contesto formativo come quello presentato».

Mercoledì 8 maggio 2019 alle 07:30:39
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News